Search User Login Menu

4567

Oltre il “semplice” ospedale

La visita all'Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer durante la Consulta nazionale on the road di Firenze

Paola Pipitone, Aiop Giovani Lombardia

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer si colloca tra le più rinomate strutture ospedaliere pediatriche in Italia. Fondato nel 1891 nella città di Firenze dal commendatore Giovanni Meyer, l’ospedale sarà uno fra i primi in Europa a dedicarsi unicamente alla cura dei bambini. Grazie a questa struttura vi sarà una crescente attenzione alla cura dell’infante e delle sue peculiarità fisiche dando così vita alla moderna pediatria.
Nel 2007 l’Ospedale Meyer viene trasferito nella nuova sede di Villa Ognissanti posta sulle colline che si affacciano sulla città. La struttura si distribuisce su circa 33.000 metri quadrati di cui 5.000 di giardini e parchi. L’Ospedale è dotato di 250 posti letto, il 6% dei posti letto per acuti delle quattro AOU toscane. Sotto la direzione di Alberto Zanobini collaborano con l’Ospedale circa 1.200 professionisti che si impegnano ogni giorno ad offrire un servizio eccellente ai propri pazienti. Nel 2018 la struttura ha erogato 31.000 ricoveri fra ordinari e day hospital/surgery e 730.000 prestazioni ambulatoriali. Inoltre, il Pronto Soccorso risulta essere un servizio di rilievo regionale con circa 44.000 accessi annuali.
Il fiore all’occhiello della struttura sono 4 aree di eccellenza dotate di autonomia scientifica e gestionale: neuroscienze, oncologia ed ematologia pediatrica, neurochirurgia ed endoscopia pediatrica respiratoria. Queste aree di specializzazione attribuiscono grande pregio alla struttura che attrae il 27% dei pazienti non residenti in Toscana o stranieri. L’ospedale Meyer fa parte della Childen’s Hospital Association, rete internazionale di ospedali pediatrici e ha instaurato partnership con ospedali oltreoceano come il The Children’s Hospital of Philadelphia e Il Boston Children’s Hospital. Inoltre, a livello europeo è stata stipulata nel 2017 una collaborazione con diversi ospedali pediatrici dando origine alla ECHO (European Children’s Hospital Organisation) organizzazione con lo scopo di tutelare e incrementare il diritto alla salute dei bambini.
Nonostante la spinta internazionale volta a garantire il progresso scientifico e organizzativo, l’Ospedale Meyer rimane profondamente legato al territorio e amato dai cittadini fiorentini ed Italiani. Questo avviene perché i giovani pazienti e le famiglie possono beneficiare non solo delle prestazioni tipicamente sanitarie offerte dalla struttura, ma di un insieme di servizi e di attenzioni che vanno oltre il “semplice” ospedale. L’obiettivo è la presa in carico del piccolo paziente e di tutto il suo nucleo famigliare. L’Ospedale, grazie al sostegno della Fondazione Meyer, si pone come luogo di cura, sostegno ed ospitalità. Infatti, all’interno della struttura ospedaliera vi è una scuola che garantisce il diritto all’istruzione e la continuità educativa per gli alunni di ogni ordine e grado. Vi sono ulteriori servizi come un luogo speciale detto “Ludobiblio” che integra attività di lettura e attività ludiche organizzate da personale qualificato. Sempre per i piccoli pazienti vengono organizzate attività di pet-therapy, musicoterapia, clownterapia e viene offerto il sostegno scolastico ove necessario. Ciò che contraddistingue l’ospedale Meyer è l’attenzione rivolta nei confronti della famiglia che si ritrova ad accompagnare il bambino nel percorso di cura. I familiari sono supportati da diverse associazioni di genitori oltre che dal servizio di accoglienza alloggiativa che aiuta le famiglie a trovare soluzioni abitative attraverso una rete di case accoglienza ed appartamenti.
Nel rispetto delle differenze culturali e religiose, l’Ospedale ha pensato di creare lo “Spazio dello Spirito”: luogo di condivisione del silenzio e della meditazione a cui si accede a distinte aree di culto tra cui quello cristiano, ortodosso, ebraico, musulmano, buddista e laico dove ognuno può pregare e riflettere secondo la propria fede.
Il servizio dell’Ospedale viene ulteriormente arricchito dall’incessante attività scientifica e di ricerca che, in continua crescita, ha visto la divulgazione di circa 270 pubblicazioni scientifiche ogni anno dal 2016, con quasi un terzo di queste collocate nel 10% delle migliori riviste al mondo.
Inoltre, l’azienda con la Meyer Health Campus è sede di formazione universitaria con due sezioni dell’Università degli Studi di Firenze dove sono attivi il corso di laurea di Medicina e Chirurgia relativamente a Pediatria generale e specialistica, le scuole di Specializzazione in Pediatria, Neuropsichiatria infantile e Chirurgia pediatrica oltre che svariati Master e Corsi di Perfezionamento.
Dopo quasi 140 anni dalla sua fondazione l’Ospedale Meyer continua a guardare al futuro. Tra i progetti di espansione vi è la creazione del Parco della Salute, nuova struttura immersa in tre ettari di vegetazione alle spalle del corpo aziendale attuale che vedrà l’accentramento delle attività diurne creando così una struttura destinata all’Ospedale “di giorno” dedicato a ambulatori di attività specialistiche, centro prelievi ed il centro di neuropsichiatria infantile. Un grande progetto che si svilupperà su un’area di 5.000 metri quadrati e darà la possibilità di ridistribuire gli spazi di ricovero e degenza migliorando la qualità dei percorsi di cura rendendoli più efficienti.
Dalla sua fondazione l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer continua a garantire la cura ai piccoli pazienti grazie alla capacità di mantenere un legame con le proprie radici e, al contempo, di innovare la propria offerta andando oltre ciò che è la cura del corpo dedicando attenzioni ed energie alla cura dello spirito di ogni individuo.

Share

Print
Back To Top